Forcipiger flavissimus

Nome scientifico Forcipiger flavissimus
Descrittore Jordan & McGregor
Anno di descrizione 1898
Stato IUCN LC
Famiglia Chaetodontidae
Genere Forcipiger
Forcipiger flavissimus Forcipiger flavissimus

Introduzione

Forcipiger flavissimus è un pesce che vive in Acqua di mare.

Questa scheda è in fase di realizzazione. I testi attualmente proposti provengono dal nostro modello di dati o sono in fase di redazione. Per richiedere priorità per questo contenuto, puoi scriverci QUI.

Chi è ?

Morfologia

  • Dimensione media
    20 cm
  • Dimensione massima
    22 cm
  • Forma
    Triangolare
  • Dimensione media
    20 cm
  • Dimensione massima
    22 cm
  • Forma
    Triangolare

Come riconoscere Forcipiger flavissimus ?

Forcipiger flavissimus misura tra 20 e 22 cm. È bicolore con un corpo principalmente giallo e nero.

Modalità di vita & Comportamento

  • dieta
    onnivoro con tendenze carnivore
  • Sociabilità
    vive in coppia o in gruppo
  • territoriale
    No
  • Modalità di vita
    Diurno

Forcipiger flavissimus è un pesce vive in coppia o in gruppo che risiede naturalmente à proximité du fond. È una specie onnivoro con tendenze carnivore dal temperamento piuttosto vivace.

In generale, questa specie non si preoccupa molto degli altri animali che incontra. Tuttavia, può mostrare alcuni segni di aggressività con i suoi simili.

Riproduzione

  • Modalità di riproduzione
    ovipare qui pond en eau libre

Forcipiger flavissimus è un pesce ovipare qui pond en eau libre.

Specie inoffensiva

Questa specie non rappresenta alcun pericolo particolare per l'uomo quando viene incontrata nel suo ambiente naturale.

Da dove viene ?

Dove trovare questa specie (acquario)?

Qual è il suo habitat?

Caratteristiche dell'habitat naturale

  • Temperatura
    23 - 27 °C
  • Profondità
    0 - 145 m
  • Corrente
    Moderato

Presentazione dell'habitat

Si trova più comunemente Forcipiger flavissimus a una profondità compresa tra 0 metri e 145 metri. Tuttavia, non è impossibile trovare questa specie a diverse profondità.

Il terreno è generalmente composto da di rocce e sub_corals.

Specie dello stesso biotopo

Manutenzione in acquario

Deontologia

Per preservare la vita selvaggia, se si acquista questo animale, non deve essere rilasciato nell'ambiente naturale. Vedi anche la Carta Fishipedia.

Fishipédia sostiene la pratica dell'acquariofilia responsabile e rispettosa dell'ambiente. Incoraggiamo la manutenzione se essa è motivata dal desiderio di comprendere il funzionamento biologico della vita e se viene effettuata nel rispetto del benessere degli animali.

Riteniamo che l'acquariofilia sia un'opportunità per esplorare gli ambienti acquatici, in particolare quelli di acqua dolce, e che questa conoscenza sia essenziale per una migliore protezione e rispetto di tali habitat. Di conseguenza, respingiamo l'acquisto impulsivo di animali che non potrebbero trovare spazio sufficiente e/o adeguato nell'acquario ospitante.

Raccomandazioni generali

  • Volume minimo
    600 litri
  • Popolazione minimo
    1
  • Temperatura
    23 - 27 °C
  • pH (acidità)
    8.2 - 8.4

Caratteristiche

  • Difficoltà Riproduzione
    moderato
  • Robustezza
    tollerante
  • Comportamento
    pacifico
  • Disponibilità
    Standard

Richiami generali

È fortemente consigliato leggere la scheda completa dedicata e informarsi sulle esperienze di allevamento dell'animale, al fine di evitare potenziali conflitti che generalmente portano alla morte dell'individuo (o di altri abitanti). È importante non sovraccaricare il proprio acquario per limitare l'inquinamento. La manutenzione ne sarà facilitata.

La realizzazione di un acquario marino richiede una certa conoscenza preliminare. L'acqua marina è generalmente sintetica, composta da acqua osmotica e sale sintetico in quantità di 33 g/litro. È anche possibile prelevare direttamente acqua di mare (assicurandosi che non sia contaminata). L'attivazione di un acquario marino avviene in tre fasi: l'allestimento di un decoro con pietre vive, l'introduzione di invertebrati un mese dopo e l'introduzione di pesci tre mesi dopo. È fondamentale attendere il più a lungo possibile prima di introdurre gli animali in modo che la microfauna abbia avuto il tempo di svilupparsi adeguatamente. L'equilibrio e la stabilità fisico-chimica sono fondamentali per il successo di questo tipo di acquario.

Consigli sulla manutenzione e la cura dell'acquario

Le démarrage d'un aquarium est une partie primordiale pour l'équilibre et le bien-être des poissons. Lorsque l'on met en eau un aquarium, l'eau passe naturellement par un cycle biologique : le cycle de l'azote. Celui-ci dure environ trois semaines. Tous les 2 jours, nous vous conseillons de tester votre eau jusqu'à ce que le taux de nitrite soit à zéro pendant plusieurs jours d'affilée.

Pour accélérer ce cycle, vous pouvez utiliser un activateur de bactéries comme JBL Denitrol. Cette solution riche en bactéries vivantes et enzymes permet une mise en place rapide du cycle de l'azote. Les poissons peuvent alors être introduits plus rapidement.

Il est important de tester l'eau de son aquarium régulièrement pour maintenir un environnement sain pour les poissons et les autres habitants. Les tests d'eau permettent de mesurer les niveaux de différents paramètres tels que le pH, la dureté totale, ainsi que les taux de nitrates, de nitrites et d'ammoniaque.

Pour réaliser ces tests, vous pouvez utiliser des produits d'analyse spécialisés tels que JBL ProScan qui permet de réaliser un diagnostic de l'eau directement via un smartphone. Il existe également des coffrets de tests plus classiques de bandelettes, comme JBL PROAQUATEST.

En cas d’usage de l’eau du robinet, vous pouvez utiliser un conditionneur d’eau de type Biotopol de JBL pour éliminer les substances nocives comme le chlore, le cuivre, le plomb et le zinc. Les conditionneurs d'eau garantissent une meilleure santé aux poissons et une meilleure croissance des plantes.

Il cloro e la cloramina sono dannosi per la salute degli animali. Utilizzati per disinfettare l'acqua, questi agenti sono presenti in quantità significative nell'acqua del rubinetto. Consigliamo di utilizzare un anticloro ad ogni cambio d'acqua. Oltre al cloro, alcuni trattamenti e farmaci venduti per l'acquariofilia possono contenere metalli pesanti pericolosi a dosi elevate.

Informazioni specifiche per Forcipiger flavissimus

Forcipiger flavissimus è una specie marina che vive naturalmente a una temperatura compresa tra 23 °C e 27 °C. Per una buona manutenzione, la temperatura non dovrebbe mai superare i 30°C per lunghi periodi. Il contenuto di nitrati dovrebbe rimanere al di sotto di 50mg/L. Per mantenere un'acqua pulita e non inquinata, pianificare un rinnovo mensile del 20% al 30% del volume d'acqua. In acqua marina è anche possibile eliminare i nitrati utilizzando uno dei seguenti metodi: Jaubert, denitrificatore a zolfo, metodo vodka.

L'allevamento di questa specie è accessibile a condizione di informarsi adeguatamente sulle sue esigenze in acquario. Gli eventuali coinquilini devono essere scelti con cura per evitare la perdita di animali.

Incompatibilità formali

Attenzione, Forcipiger flavissimus è incompatibile con Molluschi, Crostacei e Spugne.

Convivenza & Ambiente

In un contesto di acquario comunitario, è opportuno mantenere questa specie in un volume minimo di 600 litri.

Forcipiger flavissimus è una specie pacifica che di solito non presenta problemi comportamentali in un acquario comunitario.

Forcipiger flavissimus è un pesce che di solito vive in gruppo al di fuori dei periodi di riproduzione. Se desiderate favorire la riproduzione e aumentare le possibilità di formare una coppia, è consigliabile avere almeno 5 individui. In un contesto di acquario comunitario, le probabilità di sopravvivenza dei piccoli sono quasi nulle. Dopo alcune deposizioni, sarà preferibile isolare la coppia o separarla dagli altri membri del gruppo.

L'organizzazione gerarchica e l'aggressività tra conspecifici possono indebolire alcuni individui, rendendo necessaria la presenza di nascondigli. Se desiderate aggiungere nuovi membri, è meglio introdurre pesci più giovani. Avranno una migliore possibilità di integrarsi nell'equilibrio costituito.

Per adattarsi al meglio al biotopo di questa specie, è possibile coprire il fondo del serbatoio con sabbia e disporre un cumulo di rocce in modo da formare delle grotte.

Consigli sull'alimentazione

<i>Forcipiger flavissimus</i> è onnivoro con tendenze carnivore.

Questa specie può essere nutrita con cibo secco (fiocchi, granuli), cibo fresco e cibo surgelato. Per evitare carenze, è consigliabile variare i tipi di cibo.

È importante evitare di sovralimentare i vostri ospiti per evitare l'inquinamento dell'acqua. Per la maggior parte delle specie, è preferibile dare piccole porzioni ogni giorno piuttosto che un pasto unico troppo abbondante.

Protocollo di riproduzione

  • Protezione delle uova
    No

Rischi di ibridazione

In generale, è consigliabile evitare di mescolare diverse specie dello stesso genere o diverse varietà della stessa specie per evitare il rischio di ibridazione.

Questi animali potrebbero interessarti

Esempi di acquari con questa specie

Per saperne di più

Specie della stessa famiglia

Leggi online

Fonti & Realizzazione

Partecipazione e Validazione

Il team Fishipedia e i collaboratori specializzati si impegnano a fornire contenuti di alta qualità. Tuttavia, sebbene le informazioni provengano da fonti scientifiche o testimonianze di specialisti, i file possono contenere inesattezze.

Benoit Chartrer

Benoit Chartrer

Adrien Falzon

Adrien Falzon

Marine Kassel

Marine Kassel

Traduzione

Traduzione realizzata con il prezioso contributo dei nostri traduttori, che rendono queste informazioni accessibili a un pubblico più ampio. Li ringraziamo calorosamente per il loro impegno.

Interagisci con Fishipedia

Per contattare il nostro team o partecipare il nostro progetto.

Modello di scheda e contenuto © Fishipedia - Riproduzione non autorizzata senza richiesta preventiva - ISSN 2270-7247 - Ultimo aggiornamento il 11/11/2023

Dove trovare questa specie (acquario)?

Specie della stessa famiglia

Specie dello stesso genere

Specie dello stesso biotopo

Partner scientifici

  • {{name}}

    {{#street_number}}{{street_number}}, {{/street_number}}{{#route}}{{route}}{{/route}}
    {{postal_code}} {{town}}

    {{#phone}}{{phone}}{{/phone}}{{^phone}}-{{/phone}}